B.P.L. SRL

La lavorazione meccanica di precisione è l'attività che svolge B.P.L. ad Altedo, in provincia di Bologna, nel cuore dell’Emilia Romagna: prototipi, piccole e medie serie, con l’obiettivo di soddisfare le esigenze della Clientela


Le origini e la storia

L’azienda nasce a Bologna nel 1974 dalla volontà di tre soci come attrezzeria meccanica per attrezzature, componenti di torni automatici e utensili speciali.
Nel 1982 uno dei soci, Puttomatti Luigi, decide di rilevare l’azienda, inserendo in organico i propri figli Dimer e Susi.
Fresatrici orizzontali e verticali, alesatrice, tornio parallelo, trapani a colonna servono per dare vita a croci di malta, leve, camme, componenti di proiettori da cinema, e tanti altri particolari.
Il capoluogo Emiliano è il cuore della “packaging valley”, una concentrazione di industrie che producono macchinari per l'impacchettamento.
La piccola impresa si guadagna la fiducia di Clienti di questo settore e della meccanica di precisione.
Tra il 1990 e il 1993 acquista due centri di lavoro Hitachi a controllo numerico, da affiancare alle macchine utensili tradizionali.
La crescita del parco macchine porta all’esigenza di spazi più ampi, perciò nel 1995 padre e figli decidono di traferirsi ad Altedo (BO), vicino all’uscita dell’autostrada A13. La logistica non è tutto.
I CNC all’inizio si programmavano a mano. L’esigenza di un sistema più rapido per velocizzare la programmazione delle lavorazioni meccaniche induce nel 1996 all’acquisto del primo software CAD-CAM bidimensionale.
La richiesta di assemblaggi e forniture di gruppi completi porta nel 1997 in organico Rossi Roberto, il quale diventerà socio negli anni a venire.
Per accontentare la Clientela, viene ampliato ulteriormente il parco macchine e tra il 1999 e il 2006 entrano in officina altri centri di lavoro, un tornio e un’elettroerosione a filo, tutte a controllo numerico.

Oggi

Nel 2013 prende il via il nuovo corso dell’Azienda grazie al passaggio generazionale.
Il testimone viene ceduto interamente nelle mani di Dimer, Roberto e Susi.
Il mercato nel frattempo è mutato: lotti sempre più piccoli, vari, con forme complesse e precisioni dimensionali e geometriche non indifferenti, tempi di consegna ristretti. Queste esigenze richiedono nuovi strumenti e metodologie.
Il primo passo compiuto è l’implementazione di una soluzione CAD-CAM moderna, con l’obiettivo iniziale di ridurre drasticamente i tempi di produzione, evitando qualsiasi intervento di programmazione a bordo macchina.

B.P.L. e TopSolid

La scelta è caduta su TopSolid per l'integrazione tra gli ambienti di disegno e di definizione delle lavorazioni meccaniche, l’interfaccia e per la simulazione realistica dell’intero contesto macchina ai fini del controllo delle collisioni.
Dopo il training iniziale, usandolo si sono apprezzati i benefici.
La parte CAD permette l’importazione e lo studio dei modelli tridimensionali dei Clienti, la definizione del pezzo grezzo più indicato e del miglior sistema di presa, la modellazione partendo dal disegno bidimensionale o cartaceo.
Per la lavorazione di fusioni, spesso è necessario il progetto di attrezzature dedicate di presa per staffare adeguatamente il particolare. TopSolid ha aiutato parecchio in questa attività.
La parte CAM consente di programmare i percorsi utensile, mantenendo sempre l’associatività con il modello geometrico. Operando una qualsiasi modifica nella parte CAD, viene aggiornato anche il percorso di lavorazione in ambiente CAM.
Questa caratteristica si è rivelata strategica per eseguire le modifiche richieste dai Clienti e la gestione delle revisioni, in tempi brevi.
L’ondata di rinnovamento aziendale ha coinvolto anche il parco macchine utensili, il layout e la logistica.
All’ufficio programmazione di B.P.L. e TopSolid spetta il compito di gestire i nuovi centri di lavoro a 5 assi in continuo Kitamura Mytrunnion 5 e Mori Seiki NMV5000 DCG ed il centro di lavoro verticale a 4 assi WELE AA1565, entrati nel triennio 2015-2018.
Utensileria, magazzino utensili e scorte sono gestite da un capiente magazzino automatico verticale. Tanti investimenti in un tempo ridotto per soddisfare le esigenze della Clientela.
A fine 2019 tocca all’ufficio programmazione espandersi: si è adottato il PDM server di TopSolid per avere un unico database centralizzato e due stazioni di programmazione, e completare l’integrazione di tutte le macchine utensili presenti in azienda.

Attualmente i settori in cui opera l’Azienda spaziano dal comparto della macchina automatica (farmaceutico, food, alimentare), al design e automotive.
46 anni di esperienza, passione e tanto “olio di gomito”, come si dice a Bologna, hanno accompagnato B.P.L. nel proprio cammino.